SEP JORDAN

SEP Jordan : l’arte del ricamo. SEP e’ una marca nota per i preziosi accessori moda e per la casa, ricamati a mano in una fusione tra il talento mediorientale e lo stile italiano. Ogni punto croce racconta una storia.

Dove: La produzione avviene al campo profughi di Jerash, in Giordania. La distribuzione viene gestita da Ginevra, in Svizzera.

Il target: Le artiste ricamatrici SEP sono oggi oltre 350, e sono rifugiate Palestinesi e Siriane in Giordania. La nostra missione e’ portare migliaia di rifugiati al di sopra della soglia della povertà.

Il problema

Ci sono oltre 25 milioni di rifugiati al mondo: tutti si trovano ad affrontare delle sfide strutturali quando la situazione di emergenza si trasforma in una nuova vita, che può durare decine di anni. La dipendenza dagli aiuti umanitari, la depressione clinica, varie forme di tensioni sociali diventano la norma. Il settore privato ha storicamente ignorato il talento dei rifugiati e delle rifugiate, lasciando al settore no-profit la responsabilità di risolvere i problemi di cui sopra.
Abbiamo creato SEP nel 2014, proprio per colmare il vuoto lasciato dal settore privato, per riportare la fiducia in se stessi e l’orgoglio, che si provano quando il proprio lavoro e’ apprezzato e le proprie radici e storia celebrate.

La Soluzione

SEP Jordan è un marchio di alta gamma che ha come priorità quella di creare occupazione e preservare le radici culturali dei rifugiati, raccontandone la loro storia, con il punto croce.
L’Accademia SEP-Tamari nel campo di Jerash sviluppa il talento già esistente nel punto croce e uncinetto, in modo da portare gli standard di qualità del prodotto ai livelli raggiunti nel 1800, gli anni d’oro per il ricamo Palestinese.
Come ha detto la Costume Designer Jacqueline Durran, più Volte premio Oscar per migliore costume, riferendosi ai ricami SEP sui costumi del film Maria Maddalena: “Lavorare con il team di artiste SEP è stata un’esperienza incredibilmente stimolante – il talento delle ricamatrici e la qualità del loro lavoro hanno superato di gran lunga le mie aspettative. Abbiamo mandato disegni e filati in Giordania e sono tornati indietro dei ricami mozzafiato, caratterizzati da una bellezza e dettagli unici: il risultato della creatività e bravura di ciascuna delle artiste che hanno lavorato con noi. Non avremmo potuto trovare questa maestria da nessun’altra parte ed è diventata parte integrante della nostra ricostruzione del mondo antico, biblico, in cui è ambientato il film”.
Il modello SEP di acquisti, design, produzione, distribuzione porta le creazioni SEP in tutto il mondo ed è un modello replicabile.

Il nostro prodotto

Gli accessori ricamati a mano da SEP rappresentano una fusione del meglio del talento mediorientale con lo stile italiano. Le creazioni SEP sono tutte pezzi unici, create in maniera etica, con ricami eleganti, raffinati, geometrici. Ogni punto croce racconta una storia: ogni creazione è ricamata da un’artista, che è nata o si è ritrovata rifugiata, e che mantiene in vita la tecnica del punto croce, di generazione in generazione. La nostra promessa: mutual happiness.
Il ricamo è terapia: quando la mente è impegnata a contare croci, si distrae dai problemi quotidiani. Le artiste SEP dicono di trasmettere tutte le loro emozioni e storie nel loro lavoro e nella scelta di colori. Quando SEP era soltanto un’idea, le ragazze al campo erano scettiche: “nessuno compra i nostri ricami, abbiamo magazzini pieni di invenduto”. Ma con tanto lavoro di squadra su colori, materiali, tecnica, abbiamo dimostrato il contrario: i consumatori più sofisticati al mondo apprezzano SEP e vogliono acquistare le nostre creazioni, che negli ultimi 4 anni sono state esportate in tutti i continenti.
Il best-seller SEP è la keffiyeh ricamata, un prodotto versatile e unisex. Gli scialli in cashmere sono tessuti in Italia da uno dei fornitori di Brunello Cucinello e poi ricamati al campo profughi di Jerash. La nostra collezione di tessuti per la casa ha attirato l’attenzione di Elle, Vogue, Harpers’ Bazaar, AD, Homes&Interiors e del team di Harrods, che oggi è uno dei distributori SEP.

L'impatto sulla vita dei rifugiati

SEP Jordan paga un multiplo del salario minimo agli impiegati e un premio tra il 30 e il 50% rispetto al valore di mercato per il ricamo: uno dei nostri fattori critici di successo è l’orgoglio di lavorare con SEP e la lealtà alla comunità SEP. Le artiste più brave possono anche ricevere un bonus a fine anno. Tutti i corsi all’Accademia SEP-Tamari sono gratuiti: dai corsi di ricamo a attività educative quali corsi di arte, autodifesa, inglese, coding, nutrizione, yoga.
L'87% delle nostre colleghe che erano state diagnosticate con depressione clinica dicono che i sintomi sono migliorati, se non addirittura scomparsi, da quando lavorano con SEP. Parecchie artiste hanno ripagato debiti, migliorato la struttura della loro casa e coperto i costi di aiuto extra-scolastico ai figli. Abbiamo distribuito oltre 160 paia di occhiali da vista, per assicuraci che lavorare sia un piacere. La maggior parte delle artiste lavorano da casa e vanno all’atelier SEP per il controllo qualità e la consegna del lavoro. La flessibilità è un altro dei nostri punti di forza.

Our Team

Roberta Ventura, CEO

MAHMOUD AL HAJ, Country Manager Jordan

STEFANO D’AMBROSIO, CFO & BD

NAWAL ARADEH, Jerash Camp, Operations Manager

ASMA ARADEH, Jerash Camp, Quality Control Officer

WASEEM SALAMEH, Jerash Camp UNHCR Project Liaison Officer

I nostri risultati

SEP è nata come un progetto con 20 artiste ricamatrici nel 2014 ed oggi è una marca che lavora con oltre 350 artiste nel campo di Jerash in Giordania. Abbiamo integrato nel team alcune artiste venute dalla Siria e siamo divenuti un obiettivo anche per artiste giordane in cerca di opportunità. Pensiamo che si possa lavorare con 1000 artiste a Jerash camp entro la fine del 2019, se i volumi di vendita lo permettono.
- Abbiamo partnership di lungo periodo con UNHCR, AWEF e il Governo inglese (DFID), la Fondazione Tamari, Landmark Hotel Amman, fra gli altri. Ciascuna di queste partnership ha una natura diversa dalle altre e tutte sono incentrate sull’obiettivo di migliorare la vita di esseri umani che sono stati obbligati ad abbandonare tutto.
- Nell’ultimo anno abbiamo ricamato i costumi del film Hollywoodiano Maria Maddalena e abbiamo trovato casa sugli scaffali di Harrods a Londra.
- Il primo dicembre 2018 apriremo il primo negozio SEP a Ginevra, speriamo il primo di molti!
- Brand Ambassadors: Roger Waters, il cantante dei Pink Floyd, le supermodels e imprenditrici Bianca Balti and Elisa Sednaoui, lo scrittore Chaker Khazaal, la fashionista e imprenditrice Miroslava Duma sono tra i clienti SEP più noti, che raccontano la storia SEP in giro per il mondo.

SDG SEP Jordan


I nostri obiettivi futuri, grazie alle vostre donazioni

- Il nostro sogno è vedere migliaia di rifugiati che vivono con dignità nel paese che li ospita, in attesa di tornare a casa propria. Non pensiamo che aver perso tutto a causa di una Guerra o di una catastrofe implichi vivere sotto la soglia della povertà per tutta la vita. Investiremo i vostri contributi per sviluppare il design del prodotto, gli acquisti, la distribuzione e nuove attività ad impatto sociale al campo di Jerash, nonché in bonus per le artiste più brave.
- Più vendiamo, più artiste rifugiate e le loro famiglie trarranno beneficio. È importantissimo costruire un forte marchio con presenza globale, per assicurare un ritmo di lavoro stabile, sostenibile e prevedibile al campo di Jerash e in altri campi in futuro. A suo tempo, SEP spera di poter replicare il modello in altri campi in Giordania e in altri paesi nella regione, nonché in Europa.

Per Saperne di più....

Il nostro Website https://sepjordan.com

Il nostro video